L’eredità: viaggio per uno dei capolavori di Amélie Nothomb

Questo è il mio ultimo articolo, pubblicato su ‘La voce del Gattopardo’ qualche giorno fa. Aperta come sempre a riflessioni in merito

 

“Uccidere il padre”. Bel titolo. Breve, tre parole: predicato, articolo determinativo, sostantivo. Siamo di fronte ad una novantina di pagine, copertina rossa e blu con cappello a cilindro nero in primo piano. Sotto il cappello potrebbe esserci del sangue, potrebbe, visto che potrebbe essere un’illusione. Perché di illusioni si parla in questo romanzo breve o racconto lungo – chiamiamolo come ci pare – o meglio di magia: ma questo è solo l’argomento apparente. La magia serve da contesto, da cornice, da sipario, per la rappresentazione di uno dei copioni più noti di tutta la letteratura occidentale: la morte del padre per mano del figlio.

Sorgente: L’eredità: viaggio per uno dei capolavori di Amélie Nothomb

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...